Interior inspiration: come fare vostro lo stile Shaker Funzionalità e semplicità i principi cardine per uno stile pulito ed essenziale da copiare

Interior design e religione. Chi l’avrebbe mai detto, eppure..Lo stile Shaker, purtroppo poco conosciuto, deve la sua nascita a un gruppo religioso americano della fine del ‘700 che si ispirava ai colori naturali della terra e credeva che la bellezza degli oggetti stesse nella loro utilità: sono stati insomma dei designer decisamente in anticipo sui tempi. Se vi affascinano l’essenzialità degli scandinavi e il minimalismo degli spazi, ecco i trucchi per far vostro lo stile Shaker. Pochi mobili che riprendono colori e texture della natura, quindi cuoio e legno (come le sedie della cucina) e decorazioni semplici, meglio se in trasparenza, come i lampadari e le composizioni floreali minimal, o ancora la tovaglia in lino grezzo di questo appartamento. Questo stile si adatta poi perfettamente a una stanza funzionale come la cucina, dove cassettiere e pensili organizzano al meglio lo spazio.

Less is more!

inthemoodfordesign

 

Interior design and religion. Who would have thought, yet .. The Shaker style, unfortunately not yet internationally known, owes its birth to an American religious group at the end of the 18th century that was inspired by the natural colors of the earth and believed that the beauty of the objects themselves is in their utility: in short, they were designers definitely ahead of their time. If you are fascinated by the simplicity of the Scandinavian and the minimalism of the spaces, here are the tricks to make the Shaker style your own. Few furniture that incorporates colors and textures of nature, then leather and wood (such as kitchen chairs) and simple decorations, better if transparent, such as chandeliers and minimal floral arrangements, or even the raw linen tablecloth of this apartment. This style then adapts perfectly to a functional room such as the kitchen, where drawers and cabinets organize the space perfectly.

You may also want to read this post:  Infinitamente bianco

Less is more!

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

inthemoodfordesign

Source: fantastikfrank.se

(Visited 107 times, 1 visits today)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi