Design Drops: l’essenzialità di Atollo

Nella storia del design italiano, non vi è lampada più iconica di Atollo, disegnata da Vico Magistretti nel 1977 per Oluce e vincitrice del Compasso d’oro nel 1979. Nata come reinterpretazione della classica abat-jour, ne cristallizza l’idea in una lampada nuova, scultorea ed elegante, simbolo dell’evoluzione culturale dell’epoca dovuta all’uso di materiali innovativi e di forme pure, che ben rappresentavano lo stile e il gusto di quegli anni e che, tutt’ora, non risultano datati. Grazie alla progettazione basata su geometrie essenziali, proporzionalità, eleganza e compostezza formale, si può dire che Atollo nel corso degli anni sia divenuta sempre più un archetipo di lampada da tavolo, un modello da cui sono nati tanti altri punti luce contemporanei. I tre elementi principali, cilindro, cono e semisfera sono distribuiti in modo tale da nascondere le giunture mentre i materiali in cui è disponibile sono stati scelti accuratamente da Vico Magistretti in persona per ottenere una luce che potesse essere diretta o diffusa in modo morbido e accogliente; dimostra inoltre un grande coerenza proporzionale, essendo stata disegnata con il rapporto aureo come parametro armonico. Presentata al MoMa nel 1979 e facente parte della collezione permanente della Triennale di Milano, Atollo è un’icona, un mito che non può essere sfatato, un’opera d’arte che si presta alla domesticità tradizionale.

In the history of Italian design, there is no more iconic lamp than Atollo, designed by Vico Magistretti in 1977 for Oluce and winner of the Compasso d’oro in 1977. Created as a reinterpretation of the classic abat-jour, it crystallizes the idea in a new, sculptural, and elegant lamp, a symbol of cultural evolution of the time due to the use of innovative materials and pure forms that is well-representative of the style and taste of those years and that, still, are not dated. Thanks the the design based on essential geometries, proportionality and formal composure, one can say that Atollo, in the course of the years, has become always more an archetype of the table lamp, a model from which many other contemporary light points were created. The three principal elements, cylinder, cone and hemisphere are distributed in such a way as to hide the joints while the materials in which are available have been chosen carefully by Vico Magistretti in person to obtain a light that can be direct or diffuse in a soft and welcoming way; it also demonstrates a great proportional consistency, having been designed with the golden ratio as a harmonic parameter. Presented at MoMa in 1979 and becoming part of the permanent collection of the Milan Triennale, Atollo is an icon, a myth that cannot be debunked, a work of art that lends itself to traditional domesticity.

You may also want to read this post:  Special Products: Vertigo, una grande lampada scenografica

source: 1) shopmohd, 2) homedecors, 3) agofstore, 4) Oluce , 5) archiproducts, 6) cheerhuzz, 7) Scandinavian collectors, 8) libertyn interiors

 

(Visited 63 times, 1 visits today)









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi