Design drops: la Farnsworth House vista con gli occhi di Edith Design drops: Farnsworth House seen through Edith's eyes

Divenuta celebre come l’opera d’arte totale di Mies van Der Rohe la Farnsworth House nasce come casa di campagna per l’omonima famiglia lungo il Fox River in Illinois. Ben presto diventa un simbolo architettonico di fama mondiale tanto che, quando viene successivamente comprata dal magnate Peter Palumbo negli anni Settanta, viene trattata alla pari di un monumento. Siamo quindi abituati a viverla e a vederla con quest’ultima accezione ma quest’anno la fondazione Farnsworth, facendo riferimento alle foto scattate all’epoca da a Hedrich-Blessing, André Kertész e Werner Blaser, hanno fatto rivivere gli spazi della dottoressa Edith Farnsworth, scienziata, violinista e committente originaria dell’abitazione. Il suo gusto per il Moderno è reso nel mix di arredi scandinavi e italiani che annoverano firme del calibro di Florence Knoll, Jens Risom, Bruno Mathsson e Franco Albini, a cui si accostano pezzi di antiquariato asiatico. Oltre ai mobili, sono esposti riproduzioni degli oggetti personali della famiglia, come fotografie, il violino o gli asciugamani con il monogramma, per rendere l’installazione il  più verosimile possibile. Edith Farnsworth Reconsidered è in programma fino a dicembre 2021 ma se l’Illinois vi sembra una meta poco raggiungibile potete sempre godervela comodamente da casa grazie al tour virtuale.

The Farnsworth House became famous as the total work of art of Mies van Der Rohe, it was born as a country house for the family along the Fox River in Illinois. Very quickly it became a world famous architectural symbol so much so that when it was subsequently bought by the tycoon Peter Palumbo in the 1970s, it was treated like a monument. So we are used to seeing it with with the latter meaning but this year the Farnsworth Foundation, referring to the photos taken at the time by Hedrich-Blessing, André Kertész and Werner Blaser, revived the spaces of Dr. Edith Farnsworth, scientist, violinist and original owner of the home. Her taste for the Modern is rendered in the mix of Scandinavian and Italian furnishings which include signatures of the caliber of Florence Knoll, Jens Risom, Bruno Mathsson and Franco Albini, which are combines with Asian antiques. Other than the furniture, reproductions of the family’s personal items are exhibited, like photographs, the violin or the monogrammed towels, to make the installation as realistic as possible. Edith Farnsworth Reconsidered is scheduled until December 2021 but if Illinois seems like an unreachable destination, you can always enjoy it comfortably at home thanks to the virtual tour.

You may also want to read this post:  Pranzare in Refettorio

virtual tour: farnsworth house

source: dezeen

(Visited 62 times, 1 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi