Interior inspiration: un rifugio da star Interior inspiration: a star shelter

In questi mesi caotici in cui tutti sono alla ricerca di un rifugio, Christian Siriano l’ha trovato nella città costiera di Westport, Connetticut in una casa modernista firmata RAAD Studio. Inizialmente utilizzata dalla star americana di Project Runway come fuga per i weekend, da febbraio 2020 è divenuta la sua dimora stabile. Le alte pareti bianche di questa casa sono diventate la scenografia ideale per la collezione di pezzi d’arredamento vintage di Siriano, come un paio di sedie danesi in teak di metà novecento e un divano di ispirazione Pierre Paulin o il tavolino in vetro,  che faceva parte del suo atelier e ora è in bella mostra nel salotto accompagnato da un paio di sedie d’epoca Mario Bellini per Cassina. Per il suo ufficio, Siriano ha disegnato il divano Lula con cuscini circolari e panca il bouclé bianco, accompagnato dalla scrivania CB2 e dalla sedia Oswald Haerdtl per Thonet. Questo continuo accostamento di pezzi vintage ad arredi moderni, contemporanei e su misura conferiscono alla casa un’atmosfera zen e di sobria drammaticità, rendendolo di fatto il rifugio perfetto.

You may also want to read this post:  Zita Vito, interni con un tocco nomade

In these chaotic months, when everyone is looking for a refuge, Christian Siriano found it in the coastal town of Westport, Connecticut in a modernist house by RAAD Studio. Initially used by the American star of Project Runway as a weekend getaway, since February 2020 it has become his permanent home. The high white walls of this house have become the ideal scenography for the collection of Siriano’s pieces of vintage furniture, like a pair of mid-twentieth century Danish teak chairs and a sofa inspired by Pierre Paulin or a glass coffee table, which was part of his atelier and now is on display in the living room accompanied by a pair of vintage Mario Bellini chairs for Cassina. For his office, Siriano designed the Lula sofa with circular cushions and the white bouclé bench, accompanied by the CB2 desk and by the Oswald Haerdtl chair for Thonet. This continuous juxtaposition of vintage pieces with modern, contemporary and custom furniture, gives the house a zen atmoshpere and sober drama, making it the perfect refuge.

 source: ad

(Visited 63 times, 1 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi