Spotlight on color: la forza dei contrasti per una casa di carattere Spotlight on color: the power of contrast for a house full of character

Chiaro scuro, antico moderno, bianco nero: i contrasti sono all’ordine del giorno in questa bella casa svedese dal carattere deciso e unico, ma tutti rigorosamente all’insegna di ambienti molto aperti e luminosi. Mentre vista dall’esterno questa casa sembra in tutto e per tutto una villetta a schiera nordica degli anni Settanta, al suo interno si nasconde un vero e proprio tesoro, un nido pieno di charme ed eleganza. Si tratta delle casa della designer Marianne Wikner, co-fondatrice di Studio Fabrikoren, e che ha deciso di mettere sul mercato dopo molti anni in cui ci ha vissuto insieme alla sua famiglia, e nel corso dei quali l’ha finemente arredata e decorata con numerosi pezzi d’arte, articoli vintage trovati ai mercatini delle pulci, elementi in grès e libri più o meno da collezione. Infatti la sensazione è proprio che ogni singolo elemento d’arredo, ogni mobile, ogni tinta per le pareti è stato accuratamente selezionato, e tutto funziona e risuona a meraviglia. L’effetto è un interno elegante, dallo stile personalissimo, che si tiene su tinte neutre, molto nordiche, molto spazio è lasciato al legno ma soprattutto ai contrasti tra muri e pavimenti, tra mobili e pareti, tra tonalità; questi contrasti, tuttavia, si risolvono sempre nella loro unione in un progetto più ampio, che al primo sguardo potrebbe non essere colto. La casa è poi circondata da un meraviglioso giardino dove fioriscono i lillà e dove è possibile pranzare al riparo di un ombrellone su un terrazzo rigorosamente in legno, con poltrone in vimini e molto buonumore: qui è davvero impossibile essere infelici.

Light dark, antique modern, black white: contrasts are the special of the day in this beautiful Swedish home with a strong and unique character, but all strictly in the name of very open and bright environments. While viewed from the outside, this house seems all in all a Nordic terraced house from the seventies, its interior hides a true and real treasure, a nest full of charm and elegance. This is the home of designer Marianne Wikner, co-founder of Studio Fabrikoren, who that decided to put it on the market after many years living with her family, and during which she finely furnished and decorated with numerous pieces of art, vintage items found at flea markets, stoneware elements and more or less collectible books. In fact, the feeling is truly that every single element of furnishing, each dresser, each shade for the walls was carefully selected, and everything works and resonates beautifully. The effect is an elegant interior, with a very personal style, which is held on neutral colors, very Nordic, a lot of space is left to the wood but above all to the contrasts between walls and floors, between furniture and walls, between shades; these contrasts, however, are always resolved in their union in a larger project, which at first glance may not be grasped. The home is then surrounded by a marvelous garden where lilacs bloom and where it’s possible to have lunch under an umbrella on a strictly wooden terrace, with wicker armchairs and a lot of good humor: here it’s really impossible to be unhappy.

You may also want to read this post:  Ristrutturazione di una casa anni 30 con giardino

Source: bosthlm.se

Photo by Malin Poppy Darcy Morner

(Visited 326 times, 1 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi