Un ‘quasi monolocale’ con una cucina in bianco e nero che si affaccia sul verde Monolocale & co

Oggi scopriamo una bella casa di fine secolo di fronte a Heden. Potremmo chiamarlo un “quasi monolocale” per le sue dimensioni e per l’organizzazione degli spazi. Non esiste infatti una vera e propria camera da letto, ma l’angolo notte occupa un vano dietro al salotto. Una scelta di questo tipo mostra un’attenzione maggiore alla zona giorno e la volontà di dedicare più spazio a questo ambiente invece che al letto.

Entrando, troviamo un ampio spazio per giacche e disimpegno, che si apre poi sul salotto, composto da una bella vetrata che permette alla luce di entrare in abbondanza. Un divano in pelle nera e tre tavolini composti in legno rovere si appoggiano su un soffice tappeto grigio a pelo lungo. Quadri e lampade di design concludono in resto. Le pareti sono tappezzate con una carta da parati grigio chiaro e il parquet in legno a spina di pesce riveste la maggior parte del nostro “quasi monolocale”.

You may also want to read this post:  Una cucina piena di personalità per un bilocale che non ha spazio per soluzioni banali

La cucina occupa invece l’altra stanza. Si tratta di una cucina molto raffinata, dove le pareti sono decorate con una boiserie e una bellissima carta da parati a motivo floreale. Il pavimento è ricoperto di piastrelle vittoriane bianche e nere. Anche i mobili sono in bianco e nero con top in legno rovere. In bagno, le pareti sono rivestite con piastrelle bianche a mezza fuga e il pavimento è rivestito con piastrelle scure con riscaldamento a pavimento.

Source: stadshem.se

Foto: Jonas Berg, Styling Alva Westberg

 

 

(Visited 1.638 times, 1 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi