Interior inspiration: una casa contemporanea nella moderna Brasilia Interior inspiration: a contemporary house in the modern Brasilia

Gli amanti di architettura sanno che Brasilia è una città modernista, e la sua suddivisione in superquadras è il risultato del fine lavoro di progettazione di Lucio Costa, illustre architetto brasiliano influenzato da LeCorbusier, che diede vita al Plan Piloto negli anni ’60 e ne seguì la realizzazione. Inizialmente gli edifici a blocchi caratteristici del progetto vennero visti come spazi angusti dove vivere ma, grazie alla collaborazione dei residenti, con il tempo ognuno di essi ha acquisito un carattere personale, dando vita a una città con un unico stile, ma centinaia di sfaccettature. Nell’iconico complesso SQS 308 i progettisti dello studio locale Debaixo do Bloco si sono quindi ritrovati ad adattare una casa modernista alle esigenze di una famiglia del XXI secolo, destreggiandosi tra ciò che era patrimonio da preservare e ciò che era sacrificabile in nome delle nuove esigenze. La configurazione degli spazi è stata modificata, dando origine a uno spazio fluido dove ogni partizione superflua è stata eliminata e dove ogni stanza, ad esclusione della stanza dei bambini, viene illuminata dalle finestre a nastro della facciata principale, che si aprono sul giardino esterno. Al posto delle pareti divisorie viene utilizzata una parete attrezzata, che accoglie la libreria per i numerosi volumi dei proprietari e dove le porte per le stanze sembrano scomparire. Per quanto riguarda i materiali, si tratta di un mix tra Moderno (come il pilastro monumentale che è stato mantenuto, le travi in cemento a vista e l’utilizzo del beton brut) e materiali tradizionali, come il legno e il pavimento in granito, il tutto mitigato dagli arredi dell’architetto Clay Rodrigues, dai tappeti e dall’utilizzo di una palette che rende omaggio a Le Corbusier e allo stile della città.

Lovers of architecture know that Brasilia is a modernist city, and its subdivision into superquadras is the result of fine design work of Lucio Costa, distinguished Brazilian architect influenced by LeCorbusier, who gave life to Plan Piloto in the 60s and the completion followed. Initially the block buildings characteristic of the project were seen as cramped spaces to live in but, thanks to the collaboration of the residents, with time each of them has acquired a personal character, giving life to a city with one style, but hundreds of facets. In the iconic unit SQS 308 the designers from the local studio Debaixo do Bloco then found themselves adapting a modernist home to the needs of a 21st century family, juggling between what was heritage to be preserved and what was to be sacrificed in the name of new needs. The configuration of the spaces was modified, giving rise to a fluid space where every superfluous partition was eliminated and where every room, with the exception of the children’s room, is illuminated by the ribbon windows of the main facade, which open onto the outdoor garden. In place of the dividing walls, an equipped wall is used, which houses the bookshelves for the numerous volumes of the owners and where to doors for the rooms seem to disappear. As for the materials, it’s a mix between Modern (such as the monumental pillar that has been maintained, the exposed cement beams and the use of beton brut) and traditional materials, like wood and the granite floor, all mitigated by the furniture by the architect Clay Rodrigues, the carpets and use of a palette that pays image to Le Corbusier and to the style of the city. 


  

You may also want to read this post:  Decor tips: uno specchio vintage e la parete prende vita

source: debaixo do bloco  

(Visited 69 times, 3 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi