Interior inspiration: una casa newyorkese ispirata al Moderno italiano Interior inspiration: a New York home inspired by the Italian Modern

:In un appartamento al terzo piano di un edificio in mattoni bianchi lungo la Fifth Avenue, la interior designer Chiara de Rege, ha creato per l’amica Dani Stahl una casa su misura per lei e la sua famiglia. Affiancata nella progettazione da James Sanders, i due hanno dato nuova vita a un progetto architettonico rimasto invariato dal 1961, costruito intorno agli standard e alle aspettative dell’epoca e che comprendeva una cucina angusta, piccoli bagni e tetri corridoi per le camere da letto. Gli spazi riconfigurati comprendono una zona giorno con cucina a vista, una parete attrezzata nel corridoio che porta alla zona notte e una scelta stilistica singolare rispetto al contesto. Infatti, piuttosto che prendere ispirazione dal design alla Mad Men spesso presente in questo genere di edifici, si sono orientati verso lo stile di Piero Portaluppi, uno dei grandi maestri del Moderno italiano. La chaise lounge presente nella zona giorno, si basa sulla sezione curva del salotto di Villa Necchi Campiglio, mentre la panca della colazione è rivestita con una tessuto grafico di Le Manach, e ricorda i tessuti della villa e della casa studio milanese dell’architetto. La disposizione aperta ha reso il design della cucina uno dei punti focali, in cui sono stati inseriti mobili in legno e un’isola con piano in pietra Imperial Danby e telaio in acciaio. La pavimentazione viene differenziata e si passa da un parquet chiaro a un piastrellato a scacchi in marmo bianco e blu, ripreso nel rivestimento delle pareti. La proprietaria, rinomata fashion stylist, per la sua casa non ha avuto paura di osare con grafiche, colori e pezzi d’arte audaci, come le finiture in gros grain rosso per l’armadio del corridoio o le due opere psichedeliche dell’artista Field Kallop che sormontano il tavolo da pranzo, abbinate allo specchio a cubo di Bower Studios. Le stanze da letto sono pensate secondo gusti e necessità, un rifugio in cui giocare e crescere per la bambina e un’oasi rilassante con vista parco avvolta nella seta per la camera patronale.

In an apartment on the third floor of a white brick building along Fifth Avenue, the interior designer Chiara de Rege, created a custom home for her friend Dani Stahl and family. Accompanied by James Sanders in the designing, the two gave new life to an architectural project that remained unchanged since 1961, built around the standards and expectations of the era and which included a cramped kitchen, small bathrooms, and gloomy corridors to bedrooms. The reconfigured spaces include a living area with an open kitchen, an equipped wall in the corridor leading to the sleeping area and a unique stylistic choice with respect to the context. In fact, rather than taking inspiration from Mad Men design often present in these types of buildings, they are oriented towards the style of Piero Portaluppi, one of the great masters of Italian Modern. The chaise lounge in the living area, is based on the curved section of the living room of Villa Necchi Campiglio, while the breakfast bench is covered with a graphic fabric by Le Manach, and recalls the fabrics of the villa and studio of the Milanese architect. The open arrangement made the design of the kitchen one of the focal points, in which wooden furniture and an island with Imperial Danby stone top and steel frame were inserted. The flooring is differentiated and goes from a light parquet to a checkered tile in white and blue marble, used in the wall covering. The owner, renowned fashion stylist, was not afraid of daring with graphics, colors and daring pieces of art for her home, like the red grosgrain finishes for the hallway wardrobe or the two psychedelic works by the artist Field Kallop above the dining table, combined with the cube mirror by Bower Studios. The bedrooms are designed according to tastes and needs, a refuge in which to play and grow up for the little girl and a relaxing oasis with a view of the park wrapped in silk for the master bedroom.

You may also want to read this post:  Spotlight on colors: total white, ma con una marcia in più

 

source: AD, JAMES SANDERS

PHOTO©: MAX BURKHALTER

(Visited 83 times, 1 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi