Hotel selection: una cantina ristrutturata sulle coste del Peloponneso Hotel selection: a renovated winery on the coast of the Peloponnese

La storia dei dexamenes risale alla liberazione della Grecia nel 1830, quando la coltivazione del ribes ha assunto dimensioni impressionanti ed era il principale prodotto d’esportazione del Paese. Quando nel 1910 scoppiò la crisi del ribes, il commercio crollò e ci fu la necessità di convertire l’agricoltura in prodotti alternativi come il vino; fu allora che nacquero le prime cantine e distillerie, come il Dexamenes Hotel, nato negli anni ’20 come cantina e costruito sul mare in modo che le navi potessero essere caricate con il vino direttamente dalle cisterne. Edificate su uno dei tratti di costa più incontaminati e belli del Peloponneso, le strutture industriali della vecchia cantina sono state trasformate in un hotel dai progettisti di k-studio, che hanno dato un nuovo design conservando la storia e la cruda bellezza degli edifici originali. Una tavolozza complementare di cemento, acciaio, legno e vetro assicura che i nuovi elementi trasformino l’austera funzionalità del passato in un luogo di calma, comfort e relax. A dominare il sito sono i 2 blocchi di cemento divisi in 2 file di 10 cisterne, perfettamente dimensionate per diventare camere d’albergo, ognuna con bagno privato e patio ombreggiato. Lo spazio tra i 2 blocchi è stato trasformato in un tranquillo e meditativo giardino interno, mentre una piscina poco profonda separa le 2 file di camere, riflettendo la luce e fornendo una brezza fresca nei pomeriggi caldi. Varietà locali di uva e ribes crescono lungo i bordi del giardino e contribuiscono al microclima e alla produttività dell’hotel. Oltre alle camere della cisterna, a loro padiglioni e al giardino del cortile, ci sono 2 edifici esterni in pietra che sono stati accuratamente convertiti per fornire all’hotel una sala da pranzo interna e strutture per eventi con l’obiettivo di comunicare la cultura della zona e la storia dell’edificio attraverso l’arte e la cucina. Mattoni di recupero rivestono i pavimenti e la terrazza, e i tetti sono stati ristrutturati con piastrelle di ceramica su misura prodotte localmente e lavorate per fondersi con quelle originali.

The history of the dexamenes dates back to the liberation of Greece in 1830, when the cultivation of currants took on impressive dimensions and was the country’s main export product. In 1910, when the currant crisis broke out, the trade collapsed and there was a need to convert unsold stocks into alternative products, such as wine; it was then that the first wineries and distilleries were founded, like the Dexamenes Hotel, founded in the 20s as a winery and built on the beach in a way that ships could be loaded with the wine directly from the cisterns. Sitting quietly on one of the most pristine and beautiful stretches of coast in the Peloponnese, the industrial structures of the old winery were transformed into a hotel by the designers from k-studio, who gave a new design conserving the history and the raw beauty of the original buildings. A complementary palette of concrete, steel, wood and glass ensures that the new elements transform the austere functionality of the past into a place of calmness, comfort and relaxation. Dominating the site are the 2 concrete blocks divided into 2 rows of 10 cisterns, perfectly sized to become hotel rooms, each with a private bathroom and shaded patio. The space between the 2 blocks was transformed into a quiet and meditative internal garden, while a shallow pool separates the 2 rows of rooms, reflecting light and providing a cool breeze on hot afternoons. Local varieties of grapes and currants grow along the edges of the garden and contribute to the microclimate and productivity of the hotel. In addition to the cistern chambers, their pavilions and the courtyard garden, the 2 exterior stone buildings have been carefully converted to provide the hotel with an indoor dining room and structure for events with the objective of communicating the culture of the area and the history of the building through art and cuisine. Reclaimed bricks line the floors and the terrace, and the roofs have been refurbished with custom ceramic tiles produced locally and worked to blend with the original ones.

You may also want to read this post:  Villa Elia: una Gallipoli che stupisce

 source: k-studio, dexamenes hotel

(Visited 82 times, 1 visits today)










Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi